Rss
Newsletter
Contatti
News Multimedia Gallery Chat Download Iniziative Sondaggi  
notizia precedente TUTTE LE NOTIZIE notizia successiva
SERIE A lunedý 10 agosto 2009, 15:21
Milano ufficializza Finley
Scarica il pdf Stampa la notizia Spediscila a un amico Link collegati
Milano ufficializza Finley

La Pallacanestro Olimpia Armani Jeans Milano comunica di aver siglato un accordo per le prossime due stagioni con Morris Finley, playmaker classe 1981 lo scorso anno in forza alla MontePaschi Siena con cui ha conquistato Scudetto, Coppa Italia e Supercoppa Italiana.

Finley, nato il 2 agosto 1981 a Opelika in Alabama, dopo aver iniziato a giocare a basket nella sua città natale, nel 1999 inizia la propria carriera al college con la maglia della università di Alabama Birmingham di cui diventa uno dei giocatori più rappresentativi, chiudendo le ultime tre stagioni in doppia cifra di media di punti realizzati.

Nel 2004/2005 sbarca in Europa nel campionato della Serbia e Montenegro per difendere i colori della squadra di Bar. Si impone come miglior marcatore del campionato con 23.3 punti di media a gara, prima di trasferirsi in aprile in Grecia al Larissa con cui chiude la stagione. L’anno successivo passa al Liegi nel campionato belga dove si ferma anche nella stagione 2006/2007.

Nell’estate 2007 il suo arrivo in Italia per difendere i colori della Nuova Sebastiani Rieti; agli ordini di coach Lardo, Finley chiude una splendida stagione con 20.3 punti di media a gara (55.5% da due e 42.3% da tre), miglior marcatore della Serie A, cui si aggiungono 3.3 assist e 2.5 recuperi a partita. L’ottima stagione a Rieti lo portano all’attenzione della MontePaschi Siena di coach Pianigiani.

La stagione in Toscana è ricca di successi con Supercoppa, Coppa Italia e Scudetto. Morris chiude l’anno da gran protagonista quando in gara3 di Finale Scudetto al Mediolanum Forum, proprio contro l’Armani Jeans Milano, mette a referto una delle sue migliori prestazioni stagionali con 18 punti in 14’ di gioco per la vittoria in volata dei biancoverdi. Le sue cifre in stagione parlano di 8.3 punti col 62% da due e il 34.5% da tre, con 1.8 assist e 1.6 recuperi. Con Siena, Finley gioca anche la sua prima Euroleague, scrivendo 4.5 punti in 10’ di media sul parquet.

Poco dopo l’annuncio della sua firma per le prossime due stagioni con l’Olimpia Armani Jeans Milano, abbiamo contattato telefonicamente Morris Finley nella sua casa in Alabama.

Prima di tutto benvenuto a Milano Morris. Quali sono i motivi che ti hanno portato a scegliere l’Olimpia?

"Grazie, sono molto felice di essere a Milano. Ormai sono due stagioni che sono in Italia e ho potuto giocare più volte contro l’Olimpia Milano e apprezzarne il grande valore. È una grande società dalla grande tradizione che negli ultimi anni sta tornando ai fasti del passato, un ottimo posto dove poter giocare a basket e crescere come giocatore. Lo scorso anno hanno disputato una splendida stagione chiudendo in finale contro Siena e io spero nei prossimi due anni di poter dare il mio piccolo contributo a questa squadra e a questa società per crescere ancora ".

Quali sono gli obiettivi personali e di squadra per Morris Finley?

"I miei obiettivi personali sono gli obiettivi della mia squadra. Spero di poter dare il mio contributo per cercare di vincere quante più partite possibile sia in Euroleague che nel campionato italiano e cercare di migliorare gli splendidi risultati ottenuti la scorsa stagione dall’Armani Jeans".

Cosa porterà Morris Finley a questa AJ?

"Grande energia, duro lavoro sia in allenamento che in partita, intensità, ma soprattutto tanta voglia di competere ogni volta che si mette piede sul parquet. La mia grande voglia di lottare in campo, il mio grande desiderio di competere a tutti i livelli e in ogni occasione".

Dove pensi di dover migliorare maggiormente per diventare uno dei giocatori top a livello europeo?

"L’esperienza. Penso che l’esperienza sia una delle chiavi più importanti per un giocatore per poter migliorare soprattutto a livello di Euroleague. Io ho giocato solo una volta questa competizione, ma penso di aver già compreso alcune cose che certamente mi aiuteranno da ottobre a essere più preparato, pur sapendo che molte ancora ne devo apprendere. L’esperienza è la chiave di volta per migliorare come giocatore".

Hai già parlato con coach Piero Bucchi?

"Sì, ho parlato con lui brevemente alcuni giorni fa. Mi è sembrato molto carico e molto desideroso di iniziare questa nuova avventura, così come lo sono io. Ci siamo trovati in sintonia ed entrambi non vediamo l’ora di cominciare la stagione".

L’ultimo pensiero è per i tifosi di Milano. Lo scorso anno con una grande gara3 in Finale Scudetto (18 punti in 14’ ndr), hai spento i sogni del Mediolanum Forum, cosa ti senti di dire ai tuoi nuovi tifosi biancorossi.

"Le due gare di Finale che abbiamo giocato a giugno al Forum sono state straordinarie: i tifosi avevano creato un’atmosfera unica, c’era una grande carica positiva nel palazzo. Anche alla fine delle partite sono stati incredibili: molti sono venuti da me a chiedere autografi e a fare i complimenti per la partita e per la stagione. Quello che chiedo loro è di venire a sostenerci sempre durante tutta la stagione, cercando di ricreare quell’ambiente incredibile che abbiamo vissuto in Finale. Insieme potremo fare grandi cose e divertirci".

Ufficio stampa Olimpia Milano

Poco dopo l’annuncio della sua firma per le prossime due stagioni con l’Olimpia Armani Jeans Milano, abbiamo contattato telefonicamente Morris Finley nella sua casa in Alabama.

Prima di tutto benvenuto a Milano Morris. Quali sono i motivi che ti hanno portato a scegliere l’Olimpia?

“Grazie, sono molto felice di essere a Milano. Ormai sono due stagioni che sono in Italia e ho potuto giocare più volte contro l’Olimpia Milano e apprezzarne il grande valore. È una grande società dalla grande tradizione che negli ultimi anni sta tornando ai fasti del passato, un ottimo posto dove poter giocare a basket e crescere come giocatore. Lo scorso anno hanno disputato una splendida stagione chiudendo in finale contro Siena e io spero nei prossimi due anni di poter dare il mio piccolo contributo a questa squadra e a questa società per crescere ancora ”.

Quali sono gli obiettivi personali e di squadra per Morris Finley?

“I miei obiettivi personali sono gli obiettivi della mia squadra. Spero di poter dare il mio contributo per cercare di vincere quante più partite possibile sia in Euroleague che nel campionato italiano e cercare di migliorare gli splendidi risultati ottenuti la scorsa stagione dall’Armani Jeans”.

Cosa porterà Morris Finley a questa AJ?

“Grande energia, duro lavoro sia in allenamento che in partita, intensità, ma soprattutto tanta voglia di competere ogni volta che si mette piede sul parquet. La mia grande voglia di lottare in campo, il mio grande desiderio di competere a tutti i livelli e in ogni occasione”.

Dove pensi di dover migliorare maggiormente per diventare uno dei giocatori top a livello europeo?

“L’esperienza. Penso che l’esperienza sia una delle chiavi più importanti per un giocatore per poter migliorare soprattutto a livello di Euroleague. Io ho giocato solo una volta questa competizione, ma penso di aver già compreso alcune cose che certamente mi aiuteranno da ottobre a essere più preparato, pur sapendo che molte ancora ne devo apprendere. L’esperienza è la chiave di volta per migliorare come giocatore”.

Hai già parlato con coach Piero Bucchi?

“Sì, ho parlato con lui brevemente alcuni giorni fa. Mi è sembrato molto carico e molto desideroso di iniziare questa nuova avventura, così come lo sono io. Ci siamo trovati in sintonia ed entrambi non vediamo l’ora di cominciare la stagione”.

L’ultimo pensiero è per i tifosi di Milano. Lo scorso anno con una grande gara3 in Finale Scudetto (18 punti in 14’ ndr), hai spento i sogni del Mediolanum Forum, cosa ti senti di dire ai tuoi nuovi tifosi biancorossi.

“Le due gare di Finale che abbiamo giocato a giugno al Forum sono state straordinarie: i tifosi avevano creato un’atmosfera unica, c’era una grande carica positiva nel palazzo. Anche alla fine delle partite sono stati incredibili: molti sono venuti da me a chiedere autografi e a fare i complimenti per la partita e per la stagione. Quello che chiedo loro è di venire a sostenerci sempre durante tutta la stagione, cercando di ricreare quell’ambiente incredibile che abbiamo vissuto in Finale. Insieme potremo fare grandi cose e divertirci”.
Nessun Link Presente
Le ultime 10 notizie della categoria
Venezia: Aaron Johnson Ŕ il nuovo play
Walsh, un paio di giorni ai box
Valli: "Ogni allenamento come una prima ...
Il saluto di Bechi alla Virtus
Milano fa suo il derby con personalitÓ
Valli nuovo capo allenatore della Virtus
Valli in pole position per la Virtus
Virtus: Bechi esonerato
Cant¨ e Brindisi non mollano
Ufficiale: Varese firma Linton Johnson
Poeta: Caserta o Chalon?
Milano: sogno Jasikevicius?
Virtus, Brindisi e Caserta a caccia di Siva?
Avellino sogna James White?
Roma su Dalmonte?
LA TELEFONATA